Pallamano Trieste - Metelli Cologne 28.09.2019

Pallamano Trieste – Metelli Cologne 32-28 (15-11)

Pallamano Trieste: Allia 3, Capuzzo, Di Nardo 3, Dovgan 3, Fidel 8, Hrovatin 3, Mazzarol, Modrusan, Pernic 4, Popovic, Radojkovic 7, Sandrin, Sodomaco, Valdemarin, Zoppetti. All.: Carpanese

Metelli Cologne: Barbariga 2, Barcella 3, Barucco 1, Bobocic 4, Gandossi, Lancini 2, Magri 5, Manenti, Mazza 7, Mombelli, Pedercini, Riccardi 4, Thiaw. All.: Hodzic

Grinta, cuore e determinazione sono gli ingredienti principali della vittoria biancorossa nei confronti del Metelli Cologne in un match a lunghi tratti spigoloso dove la formazione guidata da coach Carpanese ha saputo cogliere, con merito, la prima gioia in campionato.

Trieste deve fare a meno di capitan Visintin fermo ai box, ma la vera novità di giornata è rappresentata dall'innesto del croato, con passaporto italiano, Popovic tesserato per dare nuova linfa all'organico giuliano il quale ha saputo dare da subito un buon supporto alla causa soprattutto sul piano difensivo.

Dopo un avvio piuttosto equilibrato è Trieste a prendere l'iniziativa con l'asse Pernic-Hrovatin-Radojkovic a sbloccare il risultato (3-0 al 6'), i 2 'minuti di penalità inflitti a Hrovatin e Pernic influiscono giocoforza sull'economia di gioco dei padroni di casa i quali vedono avvicinarsi pericolosamente l'avversario: al 12' il tabellone indica una sola rete di differenza (5-4) tra le 2 formazioni. I giuliani non demordono e, mantenendo il pallino del gioco dalla loro, allungano il passo trovando un parziale favorevole grazie alle reti di Fidel, Di Nardo e Sandrin a portare i biancorossi avanti di 5 gol (12-7 al 23') per un divario che rimane pressoché tale sino alla conclusione del primo tempo (15-11).

Nell'avvio della seconda frazione la sostanza di fatto non cambia sino al doppio 2 minuti, abbastanza discutibile, sanzionato a Di Nardo e Allia episodio che favorisce senza dubbio gli ospiti che con un parziale di 4-0 rientrano prepotentemente in partita (22-21 al 42'). L'espulsione comminata a Bobic e le conseguenti reti di Di Nardo e Dovgan ridanno il nuovo allungo ai triestini (25-21) che si riconfermano grazie alla buona vena realizzativa di Fidel e Radojkovic (29-26) accompagnate da un Modrusan in modalità saracinesca. Cologne a questo punto non trova più la benzina necessaria per recuperare, Trieste controlla la gara senza particolari patemi sino alla fine trovando con merito la prima vittoria stagionale.