Banca Popolare di Fondi - Pallamano Trieste 24-22 (14-10)

Banca Popolare di Fondi - Pallamano Trieste 24-22 (14-10)

Banca Popolare di Fondi: Leak 2, Arena 1, D'Ettorre, Macera, De Oliveira 2, Mangiocca, Marino, Miceli 3, Pestillo 2, Pinto, Pola 2, Rosso 8, Sciorsci 3, Soliani, Tenore, Zanghirati 1. All.: De Santis

Pallamano Trieste: Allia 1, Di Nardo 2, Grosu, Hrovatin 1, Mazzarol, Modrusan, Parisato, Pernic 3, Popovic 6, Radojkovic 7, Sandrin 2, Zoppetti. All.: Carpanese

Si è chiusa negli ultimi istanti di gara la possibilità dei biancorossi di portare a casa un risultato positivo che sarebbe stato senz'altro utile a smuovere la classifica. In quel di Fondi una Trieste largamente rimaneggiata, causa le assenze di capitan Visintin, Fidel e Dovgan a cui si è aggiunto l'infortunio alla spalla di Allia dopo 5'dall'inizio del match, ha saputo tirare fuori tutto quello che aveva per trovare almeno il pari.

La cronaca. I giuliani partono con il piglio giusto e grazie a Sandrin provano a trovare l'allungo (1-3;3-5) ma Fondi non sta a guardare e alla metà della prima frazione con un parziale di 5-0 si porta avanti di 3 lunghezze (8-5), proprio nel momento migliore per i suoi il brasiliano De Oliveira commette un brutto fallo su Radojkovic: cartellino rosso ed espulsione diretta. Il primo tempo di fatto si chiude senza altre particolari emozioni con Fondi a condurre l'incontro avanti di 4 reti (14-10).

Nella ripresa i laziali partono subito forte sino a toccare il massimo vantaggio della gara al 36' (17-12), Trieste a questo punto reagisce e grazie ad un'efficace difesa 5-1 blocca l'offensiva del Fondi che a fatica riesce a trovare la via del gol, un break di 7-2 rimette così in gioco la formazione di coach Carpanese che con Radojkovic al 49'impatta (19-19) per un equilibrio che permane sino sul 22-22. Si giunge così nel concitato finale di gara: Amato trova il gol del 23-22, dall'altra parte a poco più di 10'' dalla conclusione Pernic fallisce la rete del pari con la palla che si infrange sul corpo del portiere, i giuliani provano a riacciuffare la sfera ma questa rimane saldamente in mano di Fondi che trova così la rete del definitivo 24-22.