Pallamano Trieste - Raimond Sassari 12.10.2019

Pallamano Trieste - Raimond Sassari 25-29 (14-12)

Pallamano Trieste: Modrusan, Zoppetti, Doronzo, Allia 1, Di Nardo 1, Dovgan 2, Grosu, Hrovatin 9, Mazzarol, Parisato 1, Pernic 2, Popovic 6, Radojkovic 2, Sandrin 1, Valdemarin. All.: Carpanese

Raimond Sassari: Bomboi, Braz 1, Brzic 5, Cirilli, Del Prete 2, Delogu, Giordo, Guggino 2, Manca, Mbaye 2, Nardin 5, Stabellini 7, Taurian 5, Voliuvach. All.: Passino

Dura poco più di 30' la sfida tra Trieste e Sassari con i giuliani costretti ad alzare bandiera bianca nella ripresa dinanzi ad un'avversaria apparsa alla distanza certamente più solida, ancora una volta i biancorossi si presentano all'appuntamento rimaneggiati vista l'assenza di due pedine fondamentali (capitan Visintin e Fidel) nello scacchiere a disposizione di coach Carpanese.

La cronaca. Gli ospiti partono subito forte ed è Stabellini dopo 4' a trovare il doppio vantaggio (1-3), ma Trieste c'è tanto da impattare 2' più tardi con Radojkovic (3-3), il momento a questo punto si presenta propizio ai biancorossi tanto che riescono a produrre il primo strappo alla gara grazie ad una prodezza del giovane Hrovatin (5-3), l'inerzia è ora nelle mani dei padroni di casa i quali però non riescono a produrre un vantaggio rassicurante sull'avversario che rimane a stretto contatto. La prima frazione si chiude con Trieste avanti di 2 reti (14-12).

Al rientro dagli spogliatoi si mette in evidenza Taurian ed i sardi con un parziale di 6-1 inseriscono la freccia del sorpasso nell'arco di 6', dal versante opposto il time out biancorosso sul 15-18 non sortisce l'effetto sperato. Trieste comunque non allenta la presa provando più volte a rientrare in partita (sul -1 alcune decisioni esterne apparse piuttosto discutibili non hanno permesso di riagganciare l'avversario) ma tutto ciò non sortisce l'effetto sperato con Sassari a condurre il match sino alla sua conclusione (25-29).

Banca Popolare di Fondi - Pallamano Trieste 24-22 (14-10)

Banca Popolare di Fondi - Pallamano Trieste 24-22 (14-10)

Banca Popolare di Fondi: Leak 2, Arena 1, D'Ettorre, Macera, De Oliveira 2, Mangiocca, Marino, Miceli 3, Pestillo 2, Pinto, Pola 2, Rosso 8, Sciorsci 3, Soliani, Tenore, Zanghirati 1. All.: De Santis

Pallamano Trieste: Allia 1, Di Nardo 2, Grosu, Hrovatin 1, Mazzarol, Modrusan, Parisato, Pernic 3, Popovic 6, Radojkovic 7, Sandrin 2, Zoppetti. All.: Carpanese

Si è chiusa negli ultimi istanti di gara la possibilità dei biancorossi di portare a casa un risultato positivo che sarebbe stato senz'altro utile a smuovere la classifica. In quel di Fondi una Trieste largamente rimaneggiata, causa le assenze di capitan Visintin, Fidel e Dovgan a cui si è aggiunto l'infortunio alla spalla di Allia dopo 5'dall'inizio del match, ha saputo tirare fuori tutto quello che aveva per trovare almeno il pari.

La cronaca. I giuliani partono con il piglio giusto e grazie a Sandrin provano a trovare l'allungo (1-3;3-5) ma Fondi non sta a guardare e alla metà della prima frazione con un parziale di 5-0 si porta avanti di 3 lunghezze (8-5), proprio nel momento migliore per i suoi il brasiliano De Oliveira commette un brutto fallo su Radojkovic: cartellino rosso ed espulsione diretta. Il primo tempo di fatto si chiude senza altre particolari emozioni con Fondi a condurre l'incontro avanti di 4 reti (14-10).

Nella ripresa i laziali partono subito forte sino a toccare il massimo vantaggio della gara al 36' (17-12), Trieste a questo punto reagisce e grazie ad un'efficace difesa 5-1 blocca l'offensiva del Fondi che a fatica riesce a trovare la via del gol, un break di 7-2 rimette così in gioco la formazione di coach Carpanese che con Radojkovic al 49'impatta (19-19) per un equilibrio che permane sino sul 22-22. Si giunge così nel concitato finale di gara: Amato trova il gol del 23-22, dall'altra parte a poco più di 10'' dalla conclusione Pernic fallisce la rete del pari con la palla che si infrange sul corpo del portiere, i giuliani provano a riacciuffare la sfera ma questa rimane saldamente in mano di Fondi che trova così la rete del definitivo 24-22.

Pallamano Trieste - Metelli Cologne 28.09.2019

Pallamano Trieste – Metelli Cologne 32-28 (15-11)

Pallamano Trieste: Allia 3, Capuzzo, Di Nardo 3, Dovgan 3, Fidel 8, Hrovatin 3, Mazzarol, Modrusan, Pernic 4, Popovic, Radojkovic 7, Sandrin, Sodomaco, Valdemarin, Zoppetti. All.: Carpanese

Metelli Cologne: Barbariga 2, Barcella 3, Barucco 1, Bobocic 4, Gandossi, Lancini 2, Magri 5, Manenti, Mazza 7, Mombelli, Pedercini, Riccardi 4, Thiaw. All.: Hodzic

Grinta, cuore e determinazione sono gli ingredienti principali della vittoria biancorossa nei confronti del Metelli Cologne in un match a lunghi tratti spigoloso dove la formazione guidata da coach Carpanese ha saputo cogliere, con merito, la prima gioia in campionato.

Trieste deve fare a meno di capitan Visintin fermo ai box, ma la vera novità di giornata è rappresentata dall'innesto del croato, con passaporto italiano, Popovic tesserato per dare nuova linfa all'organico giuliano il quale ha saputo dare da subito un buon supporto alla causa soprattutto sul piano difensivo.

Dopo un avvio piuttosto equilibrato è Trieste a prendere l'iniziativa con l'asse Pernic-Hrovatin-Radojkovic a sbloccare il risultato (3-0 al 6'), i 2 'minuti di penalità inflitti a Hrovatin e Pernic influiscono giocoforza sull'economia di gioco dei padroni di casa i quali vedono avvicinarsi pericolosamente l'avversario: al 12' il tabellone indica una sola rete di differenza (5-4) tra le 2 formazioni. I giuliani non demordono e, mantenendo il pallino del gioco dalla loro, allungano il passo trovando un parziale favorevole grazie alle reti di Fidel, Di Nardo e Sandrin a portare i biancorossi avanti di 5 gol (12-7 al 23') per un divario che rimane pressoché tale sino alla conclusione del primo tempo (15-11).

Nell'avvio della seconda frazione la sostanza di fatto non cambia sino al doppio 2 minuti, abbastanza discutibile, sanzionato a Di Nardo e Allia episodio che favorisce senza dubbio gli ospiti che con un parziale di 4-0 rientrano prepotentemente in partita (22-21 al 42'). L'espulsione comminata a Bobic e le conseguenti reti di Di Nardo e Dovgan ridanno il nuovo allungo ai triestini (25-21) che si riconfermano grazie alla buona vena realizzativa di Fidel e Radojkovic (29-26) accompagnate da un Modrusan in modalità saracinesca. Cologne a questo punto non trova più la benzina necessaria per recuperare, Trieste controlla la gara senza particolari patemi sino alla fine trovando con merito la prima vittoria stagionale.

Conversano - Pallamano Trieste 21-9-2019

Una Trieste mai doma cede alla distanza a Conversano

Conversano - Pallamano Trieste 34-28 (18-15)

Conversano: Hermones, Di Giandomenico, Bucco 1, Corcione, D'Accolti, Dainese 6, Degiorgio 5, Giannoccaro 1, Giannuzzi A., E. Iballi 1, Lupo 4, Sperti 5, Stosljevic 6. All.: Tarafino

Pallamano Trieste: Modrusan, Zoppetti, Doronzo, Allia, Dovgan 6, Fidel 6, Grosu, Hrovatin, Mazzarol, Pernic 3, Radojkovic 7, Sandrin 5, Sodomaco 1, Valdemarin. All.: Carpanese

Una Pallamano Trieste rimaneggiata causa le assenze di capitan Visintin, Di Nardo a cui si è aggiunto in settimana l'addio di Bellomo esce sconfitta da Conversano per 34-28 alla conclusione di un match dove i ragazzi di coach Carpanese, nonostante le pesanti defezioni, hanno a lungo tenuto botta alla forte formazione avversaria guidata dall'ex Tarafino.

Trieste in terra pugliese parte subito forte ed è Dovgan ad erigersi protagonista nell'avvio di gara grazie ad una doppietta che porta avanti i giuliani (0-2), vantaggio che persiste sino alla rete di Fidel al 17' (9-11), a questo punto la capolista reagisce e con un parziale di 3-0 mette la freccia del sorpasso (12-11) a 10' dall'intervallo con i padroni di casa a mantenere le redini del gioco sino a toccare il +3 (18-15) prima della pausa.

Nella ripresa Sandrin trova la rete del -2 (21-19) ma la musica di fatto non cambia, è Conversano a controllare il match chiudendolo senza particolari patemi (34-28) per un successo che di fatto le consente di mantenere la vetta della classifica, al di la del risultato per Trieste rimane la consapevolezza di avere disputato una buona gara dimostrando sul campi dei notevoli segnali di crescita rispetto alle prime 2 gare di campionato.

Pallamano Trieste - Junior Fasano 14.09.2019

Trieste cede di misura dinanzi allo Junior Fasano

Pallamano Trieste - Junior Fasano 26-28 (11-14)

Pallamano Trieste: Modrusan, Zoppetti, Doronzo, Allia 4, Bellomo, Di Nardo 2, Dovgan 1, Fidel 3, Hrovatin 3, Pernic 2, Radojkovic 6, Sandrin 2, Visintin 2, Grosu, Sodomaco 1, Valdemarin. All.: Carpanese

Junior Fasano: Pavani, Palmisano, Angiolini 6, Bargelli 8, Baharevic, De Santis, Errico 4, Gallo, Messina 2, Notarangelo 1, Pignatelli 4, Pugliese 3. All.: Ancona

Al PalaChiarbola passa lo Junior Fasano formazione che allo stato attuale sembra avere qualcosa in più di Trieste la quale ha mostrato una buona pallamano solo per alcuni tratti nell'arco dei 60'.

I primi minuti di gioco si presentano sostanzialmente equilibrati grazie soprattutto alla buona vena difensiva tra i pali di ambo i portieri, il primo strappo degno di nota lo si trova all'8' con il duo Hrovatin-Fidel ad allungare (3-1). I 2' fischiati a Radojkovic rinvigoriscono i pugliesi che al 12' impattano (3-3), si giunge alla metà della prima frazione sul 15-15, a questo punto Fasano ingrana la marcia trovando in Pignatelli il protagonista del 7-9, coach Carpanese prontamente chiama il time out per far riordinare le idee ai suoi ragazzi ma tutto ciò non sortisce gli effetti sperati in quanto la Junior prosegue spedita la sua marcia trovando con Angiolini la rete del +4 (7-11), Trieste tenta una timida reazione chiudendo i primi 30' sotto di 3(11-14).

Nella ripresa il tecnico biancorosso inserisce Visintin, non al meglio della condizione causa un forte dolore alla schiena che lo attanaglia da oltre una settimana, il capitano non delude e si presenta subito andando a segno: Trieste trova il suo momento migliore tanto che al 6' con Allia prima impatta (16-16) e poi mette la freccia del sorpasso grazie a Fidel (17-16) per un vantaggio che dura sino al gol di Dovgan (20-19). La squadra di coach Ancona non demorde e trova un break di 3-0 che le consente di portarsi nuovamente avanti (20-22), nuovo time out biancorosso accompagnato dal successivo meno 1 dei padroni di casa messo a bersaglio da Radojkovic (21-22). Questo di fatto è l'ultimo sussulto dei triestini in quanto Fasano mette il definitivo strappo alla partita con i 2 gol di Bergelli e la rete di Pugliese (22-26). Gli ultimi minuti di gara sono soltanto utili ai biancorossi per ridurre il divario finale a 2 reti (26-28).

Mfoods Gaeta - Pallamano Trieste 7.09.2019

Mfoods Gaeta - Pallamano Trieste 24-22 (12-10)

Mfoods Gaeta: Bliznov 5, Bottino 1, Cascone, Ciccolella, Gulam 2, La Monica, Lombardi 7, Pantanella, Ponticella 2, Randes, Santinelli 1, Sarenac 6, Scavone, Uttaro, Viggiano. All.: Onelli

Pallamano Trieste: Allia 1, Bellomo 2, Di Nardo 2, Dovgan 4, Fidel 1, Hrovatin 3, Modrusan, Pernic 3, Radojkovic 5, Sandrin 1, Visintin, Zoppetti. All.: Carpanese

Esordio di campionato amaro per la Pallamano Trieste che esce sconfitta dal palasport di Fondi contro Gaeta per 24-22 in un match dove i biancorossi hanno palesato a tratti delle difficoltà soprattutto sul piano offensivo emerse in misura maggiore nei secondi 30'.

L'avvio di gara si presenta alquanto equilibrato con le 2 formazioni a fronteggiarsi alla pari sino al 15' (7-7) con i padroni di casa a trovare il primo allungo grazie ad un parziale di 3-0 (10-7), anche se la reazione giuliana non tarda ad arrivare: l'asse Fidel-Radojkovic ricuce in parte lo strappo (10-9;11-10) con Hrovatin a fallire la rete del possibile pareggio. Il primo tempo si chiude con Gaeta in avanti a siglare la rete del +2 (12-10).

Il leit motiv della partita rimane tale pure nei primi 5' della seconda frazione (14-12), a questo punto Gaeta ingrana la marcia trovando delle buone percentuali al tiro che le permettono di trovare le 5 reti di vantaggio (17-12), Trieste prova timidamente a farsi sotto ma l'attacco si rivela spuntato tanto che la squadra di coach Onelli mantiene lo stesso divario alla metà del secondo tempo (20-15).

La reazione giuliana, buona la prova nel finale del giovane Zoppetti tra i pali, arriva troppo tardi ed è utile solo a ridurre il passivo in termini meno pesanti (24-22).

Presentazione prima squadra 2019

PALLAMANO TRIESTE: PRESENTAZIONE DELLA 50° STAGIONE

 

Mercoledì 4 settembre, presso la sala Bazlen, è stata presentata la 50° stagione della Pallamano Trieste nella massima serie, un capitolo di storia che ha ispirato la campagna abbonamenti intitolata “50 anni di noi, lA storia continua”.

Importanti le parole di Giorgio Rossi, Assessore del comune di Trieste, Fabio Scoccimarro, Assessore dell’ambiente del Friuli Venezia - Giulia, Giuseppe Lo Duca, Presidente della Pallamano Trieste, Giorgio Oveglia, Direttore sportivo della Pallamano Trieste e Michele Semacchi Consigliere della Pallamano Trieste che davanti ad una buona cornice di pubblico hanno riconosciuto la Pallamano Trieste come rappresentante dello sport triestino, incoraggiando la società a combattere per guadagnarsi il 18esimo scudetto.

Nonostante le difficoltà incontrate nell’avvio della nuova stagione, ci sono grandi aspettative verso la rosa della serie A, ancora una volta agli ordini di coach Carpanese, in particolare verso Dušan Fidel, terzino sinistro classe ’92 di Capodistria, e verso i giovani come Giacomo Hrovatin, classe 2002, che sapranno regalare ai tifosi biancorossi grandi prestazioni.

Questi ultimi inoltre, in questa 50° stagione, saranno l’ottavo giocatore in campo nonché main sponsor della Pallamano Trieste grazie alla sottoscrizione agli abbonamenti, che Giorgio Oveglia ricorda essere ancora attiva.

Amichevole Trieste-Izola 28.08.2019

Buon test contro Izola

Pallamano Trieste - Izola 30-31 (19-16)

Pallamano Trieste: Modrusan, Zoppetti, Doronzo, Radojkovic 11, Fidel 3, Sandrin 2, Hrovatin 2, Visintin 4, Pernic 6, Dovgan, Muran, Mazzarol 1, Parisato, Sodomaco 1, Valdemarin. All.: Carpanese

Test di avvicinamento al campionato quello svolto nel tardo pomeriggio di ieri per la Pallamano Trieste che al PalaChiarbola ha ospitato l'Izola (30-31 il risultato finale), formazione neopromossa nella Prima Lega slovena, in una gara dove coach Carpanese ha potuto tastare lo stato di forma dei suoi ragazzi in vista dell'esordio nella massima divisione in programma sabato 7 settembre a Fondi contro Gaeta.

Avvio di partita convincente da parte dei padroni di casa che grazie ad una difesa attenta, 3-2-1 il modulo adottato dal tecnico giuliano, e ad un attacco spumeggiante si porta avanti di 3 lunghezze dando il primo strappo concreto al match (6-3), gli ospiti non demordono e al 13' trovano il pari (6-6) anche se di fatto il pallino del gioco rimane sempre a favore dei biancorossi che si portano nuovamente avanti (8-6) grazie al duo Pernic-Radojkovic con quest'ultimo a risultare il top scorer della gara che vede Trieste controllarla in maniera convincente chiudendo la prima frazione avanti di 3 reti (19-16).

Nella ripresa gli sloveni si dimostrano più concreti tanto che al 44' impattano (24-24), da ambo le parti a questo punto i tecnici danno ampio spazio alle rotazioni, ad approfittarne è la squadra biancoblù abile ad accelerare il ritmo gara firmando un parziale di 3-0 (24-27) utile a chiudere la partita con Trieste a ricucire nel finale, buona la reazione dei più giovani, in parte il distacco (30-31).

La Pallamano Trieste si aggiudica la 18^edizione del Memorial Combatti

Seconda uscita stagionale per la Pallamano Trieste condita dalla vittoria nel Memorial Aldo Combatti in ricordo dell'ex presidente della società giuliana oltre che del Coni triestino e regionale.
I ragazzi di coach Carpanese hanno dimostrato una buona tenuta di gioco con il tecnico che ha provato quasi tutti gli effettivi a disposizione in un torneo dove i biancorossi si sono saputi imporre abilmente soprattutto nella prima gara contro il Kozina (31-18) allungando in maniera costante nella ripresa (tutte le gare si sono giocate con tempi di 25') grazie alle reti di Radojkovic (9) e Pernic (5) a lanciare l'offensiva triestina. In difesa le cose sono andate altrettanto bene con la novità del modulo 3-2-1 a reggere più che egregiamente l'attacco sloveno.
Ben più equilibrata è risultata la sfida contro i lubianesi del Mokerc in un match piuttosto teso per quello che concerne il punteggio, alla fine è uscito il pari (19-19) che ha premiato Trieste vista la migliore differenza reti (+9) nei confronti degli avversari.

Il tabellino
Pallamano Trieste - RD Jadran 31-18 (11-9)
Pallamano Trieste: Radojkovic 9, Bellomo 1, Filic 1, Fidel 2, Pernic 5, Sandrin 2, Allia 3, Mazzarol 1, Valdemarin, Sodomaco, Parisato 1, Di Nardo 1, Busdon, Hrovatin 2, Visintin 3, Modrusan, Doronzo, Zoppetti, Capuzzo. All.: Carpanese

RD Jadran - RK Mokerc 23-27 (11-14)

RK Mokerc - Pallamano Trieste 19-19 (9-10)
Pallamano Trieste: Radojkovic, Bellomo 4, Filic, Fidel 5, Pernic 1, Sandrin 2, Allia, Mazzarol, Valdemarin, Sodomaco, Parisato, Di Nardo, Busdon 1, Hrovatin, Visintin 6, Modrusan, Doronzo, Zoppetti, Capuzzo. All.: Carpanese

La classifica
1)Pallamano Trieste pt. 4 2) RK Mokerc pt. 4 3) RD Jadran pt.0
La Pallamano Trieste vince il torneo per la migliore differenza reti (+9) sul RK Mokerc

Amichevole 9 agosto della Pallamano Trieste

Venerdì 9 agosto la Pallamano Trieste ha svolto un primo test stagionale dopo due settimane di preparazione tecnico – tattica. Al palazzetto dello Sport di Chiarbola sono scese in campo due formazioni miste che, oltre la rosa della serie A, hanno visto protagonisti anche i neo Campioni d’Italia under 15.

Il risultato finale ha visto la squadra “A”, capitanata da Marco Visintin, battere la “B”, di Alex Pernic, per 36 – 30 in una gara disputata su 3 tempi da 20’ ciascuno. Il pivot Alex Pernic commenta la partita dicendo: “abbiamo percepito una pallamano di livello con intensità tra i giocatori e, in particolare, con una buona prestazione del centrale Giacomo Hrovatin”, classe 2002.

Si tratta quindi di un buon punto di partenza per affrontare la nuova stagione che, secondo il terzino sinistro Luca Sandrin, ha come obiettivo primario l’amalgamare i nuovi innesti, Dušan Fidel classe ’92 e Milan Filic, classe ’85. Secondo il terzino inoltre: “abbiamo commesso qualche piccolo errore da migliorare nei prossimi appuntamenti pre-campionato, per dare continuità al gioco e procedere quindi con un progetto iniziato già dalla fine del campionato 2018/19”.

Il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 16 Agosto con il 18° Memorial Aldo Combatti, storico torneo in ricordo dell’ex indimenticabile presidente della Pallamano Trieste, del CONI di Trieste e del Friuli-Venezia Giulia.

Questo il programma:

1.      Ore 18:00 Trieste – RD Kozina

2.      Ore 19:30 RD Kozina – RK Mokerc – Kig

3.      Ore 20:45 Trieste – RK Mokerc – Kig

50 ANNI DI NOI - la campagna abbonamenti 2019/2020

Oggi, martedì 6 Agosto, parte ufficialmente la campagna abbonamenti per sostenere la Pallamano Trieste nella sua stagione più significativa, caratterizzata da un traguardo importante: il cinquantesimo anniversario della società. Da questo punto di partenza la campagna, con titolo “50 anni di noi”, si propone di unire società e tifosi, nella celebrazione di questo nuovo capitolo della storia della pallamano. “lA storia continua” infatti, è il claim scelto per la campagna, un messaggio che racchiude un ventaglio di significati: dall’orgoglio di poter avviare il campionato di serie A nonostante le difficoltà incontrate, all’emozione di confermare la Pallamano Trieste come rappresentante dello sport triestino.

Tutto questo però, non sarebbe possibile senza l’affetto dei nostri tifosi, che da sempre sostengono la società mostrando la propria passione per la pallamano. Per continuare ad avere il loro supporto, la società ha messo a disposizione di diversi tipi di abbonamento per la stagione 2019/2020:

·       Abbonamento cuore: per i tifosi che mettono tutto il loro cuore nel sostegno per la Pallamano Trieste l’abbonamento è di 100€ e prevede l’ingresso alle 13 partite di campionato, la maglietta del cinquantenario e l’ingresso gratuito per la gara di qualification round Coppa Italia.

·       Abbonamento adulti: dedicato a coloro che vogliono tifare i biancorossi in tutte le 13 partite di campionato, al prezzo di 60€.

·       Abbonamento studenti: permette l’entrata alle 13 partite al prezzo ridotto di 30€.

·       Abbonamento mini muli: per tutti gli under 14 l’abbonamento a tutte le partite in casa è di 1€.

È possibile acquistare gli abbonamenti presso:

-        Palazzetto dello sport di Chiarbola, via Visinada 5 con orario 18.30 – 20.00

-        Ticket Point, Corso Itlia 6/c con orario 8.30 – 12.30/ 15.30 – 19.00

-        Bar Astoria, Via San Francesco 14

-        Triestina Fan Club Bar Capriccio, Via Bramante 4

Per maggiori informazioni invitiamo a contattare: pallamanotrieste@virgilio.it

LA PALLAMANO TRIESTE TORNA SUL PARQUET

AVVIATA LA PREPARAZIONE ATLETICA IN VISTA DELLA NUOVA STAGIONE

La Pallamano Trieste ha ufficialmente avviato la stagione 2019/2020 radunandosi lunedì 29 Luglio al Palachiarbola per iniziare la preparazione atletica disegnata da Sergej Sain. La stagione rappresenta un traguardo importante per la società che, nel 2020, festeggerà il cinquantesimo anniversario dalla sua fondazione.

La squadra è ancora una volta agli ordini di Andrea Carpanese e vede il ritorno dell’italo-francese Luca Bellomo, ala destra classe ‘93. A supportare la rosa ci sono inoltre due giocatori stranieri in prova: dalla Slovenia Dušan Fidel, centrale /terzino sinistro classe ‘92 e dalla Serbia Milan Filic terzino destro, classe ‘85.

Coach Carpanese parla di un ritorno in campo “stimolante”, alle prese di una preparazione “lunga e intensa” che parte con una settimana di carico dal punto di vista atletico, per poi spostare il focus verso un carico tecnico e tattico. A completamento di questo programma si affiancheranno successivamente delle amichevoli per arrivare preparati alla prima partita di campionato, sabato 7 Settembre in trasferta a Gaeta che, sempre secondo il coach, servirà “per vedere di che pasta siamo fatti”.

Importanti anche le parole del consigliere e sponsor Michele Semacchi, secondo cui avviare la stagione 2019/20 e poter parlare del cinquantenario della società, è già un grande successo. Inoltre, “ci sono segnali molto positivi” riguardo l’avvio del campionato che portano ad avere molta fiducia verso la squadra.

HB Cup Sud Tirol 2019

Torneo HB Cup Sud Tirol 2019 con 3 gironi da 6 squadre. Il torneo internazionale più grande delle Alpi, si svolge a Campo Tures. 144 squadre partecipanti e 18 squadre nella categoria u13!

I risultati delle partite:

HB Cup Sud Tirol 2019

Pallamano Trieste - Taufers 8-2
Pallamano Trieste: Oblascia 2, Lo Duca, Giorgi, Elmazi 1, Scoria, Favento 3, Petrovic, Pison, Trost 2, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Pallamano Trieste - Holzheim 15 -2
Pallamano Trieste: Oblascia 5, Lo Duca 1, Giorgi, Elmazi 1, Scoria 1, Favento 3, Petrovic, Pison, Trost 4, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Pallamano Trieste - Tavernelle 8 - 3
Pallamano Trieste: Oblascia 2, Lo Duca 1, Giorgi, Elmazi 2, Scoria, Favento 2, Petrovic, Pison, Trost 1, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Pallamano Trieste - JSG Fuhrther Land 16 - 0
Pallamano Trieste: Oblascia 3, Lo Duca, Giorgi, Elmazi 3, Scoria1, Favento 3, Petrovic 2, Pison, Trost 2, Moscheni 2, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Pallamano Trieste - TuS Prien Handball 17 - 3
Pallamano Trieste: Oblascia 6, Lo Duca 1, Giorgi, Elmazi 2, Scoria1, Favento 3, Petrovic, Pison 1, Trost 3, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Semifinale

Pallamano Trieste - Medicea 6 - 7
Pallamano Trieste: Oblascia 3, Lo Duca 1, Giorgi, Elmazi, Scoria, Favento 2, Petrovic, Pison, Trost, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

HB Cup Sud Tirol 2019

Finale 3/4 posto

Pallamano Trieste - RK Jamnica 9 - 6
Pallamano Trieste: Oblascia 2, Lo Duca 1, Giorgi, Elmazi 3, Scoria, Favento 2, Petrovic, Pison, Trost 1, Moscheni, Cardi, Voltolina. All. Konrad Bozeglav

Complimenti ai nostri mini muli Under 13 che si classificano al terzo posto del torneo!

Sottoscrizione stagione 2019/2020

A seguito del perfezionamento dell’iscrizione alla stagione sportiva 2019/2020 effettuata il 28 giugno, e vista l’assenza al momento attuale, di uno o più sponsor, ci rivolgiamo ai tutti i tifosi e sostenitori che hanno a cuore il futuro della Pallamano Trieste, e a tutti coloro che hanno apprezzato i 50° anni della nostra Storia, per una sottoscrizione popolare, così da permetterci di raccogliere i fondi per la nuova stagione sportiva.

              Tale sottoscrizione sarà seguita anche dal comitato TPP “Trieste Per la Pallamano che ci affiancheranno in questa nuova avventura.

                                             IBAN: IT 42 U 02008 02230 000058307508

TPP “Trieste Per la Pallamano”                                                            Pallamano Trieste Asd

Lucio Brandolin                                                                                           Prof. Giuseppe Lo Duca

Comunicazione iscrizione 2019/2020

La Pallamano Trieste comunica che in data odierna - venerdì 28 giugno - procederà con l’iscrizione al prossimo campionato di serie A stagione 2019/2020.

 

La decisione, presa dopo la riunione avvenuta nelle scorse ore e che si è conclusa in nottata, arriva dopo una lunga riflessione dovuta alle poche risposte ricevute in ambito cittadino che non hanno permesso al momento di avere a disposizione un budget adeguato per affrontare una massima serie nazionale in maniera competitiva. Al di là di questo aspetto, Pallamano Trieste aggiunge che la volontà di continuare la propria attività - sia per quanto riguarda la prima squadra che per il settore giovanile - deriva dal fatto di non voler chiudere nella maniera più dolorosa i suoi primi 50 anni di storia, volendo altresì proseguire a lavorare in maniera capillare alla ricerca delle risorse utili per il completamento del budget necessario.

 

Nelle iniziative che verranno intraprese nell’immediato, Pallamano Trieste è certa che l’affetto dimostrato nei propri confronti permetterà di superare le difficoltà attuali, con l’obiettivo di garantire un futuro alla società anche nelle stagioni agonistiche a venire.

 

#FORZATRIESTE!

Pallamano Cingoli - Pallamano Trieste 4.05.2019

Si chiude con una sconfitta il campionato dei biancorossi

Cingoli - Pallamano Trieste 29-27 (16-11)

Cingoli: Piervittori, Danti, Santamarianova, Bincoletto 1, Garroni 5, Ciattaglia, Nocelli 8, Mangoni 4, Chiaraberta, Camperio, Alvarez 5, Latini, Strappini 5, Randes, Matuasevic. All.: Nocelli

Pallamano Trieste: Modrusan, Milovanovic, Ivic 3, Radojkovic 9, Hrovatin 1, Tocchetto, Pernic 1, Di Nardo 4, Valdemarin, Visintin 6, Grosu 2, Sandrin 1. All.: Carpanese

Una Pallamano Trieste rimaneggiata, assenti Lekovic e Dovgan, cede il passo al già retrocesso Cingoli per 29-27 nell'ultima giornata della regolar season sfoderando una prova decisamente sottotono lasciando così agli avversari la possibilità di salutare la massima serie in maniera sicuramente meno amara.

La cronaca. L'inizio è favorevole ai marchigiani ma Trieste riesce comunque a rimanere in scia tanto che al 5' mette la freccia del sorpasso con Radojkovic (2-3). La gara resta sui binari dell'equilibrio sino al 10' (7-5) quando Cingoli accelera il passo mettendo un parziale di 5-1 per la prima fuga di una certa consistenza della gara, dal versante opposto Carpanese cambia il modulo difensivo passando dall'ormai classica 6-0 alla 5-1 con l'effetto di limitare lo strappo a 5 reti alla conclusione del primo tempo (16-11).

La musica non cambia nell'avvio della seconda frazione con i padroni di casa a controllare le redini del gioco in maniera piuttosto netta producendo allo stesso tempo un break di 4-1 a dare il massimo vantaggio (20-12) di un match dove Trieste non riesce a opporsi concretamente se non nel finale quando Ivic riduce le distanze a sole 2 reti di differenza (28-26 al 57'). I biancorossi però mancano della lucidità necessaria a dare la spallata per rientrare in partita, ne approfitta così Cingoli che con Alvarez a 1'30'' dalla conclusione sigla la rete del definitivo successo marchigiano (29-27).

Pallamano Trieste - Pallamano Pressano 1.05.2019

Pallamano Trieste - Pressano 22-26 (12-12)

Pallamano Trieste: Ivic 2, Radojkovic 8, Lekovic 1, Hrovatin 2, Tocchetto, Valdemarin, Pernic 2, Modrusan, Di Nardo 1, Allia, Visintin 4, Zoppetti, Grosu 2, Sandrin, Sodomaco, Milovanovic. All.: Carpanese

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Chistè, Bolognani 1, Dedovic 3, D'Antino 3, Di Maggio 4, Fadanelli, Giongo 5, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 1, Folgheraiter 2, Moser 3. All.: Dumnic

La Pallamano Trieste si congeda dai propri tifosi con una sconfitta dopo aver combattuto ad armi pari per 30' contro Pressano, seconda forza del campionato, che dopo questo successo si guadagna matematicamente la piazza d'onore avendo così la possibilità di partire dalla semifinale play off scudetto con il beneficio di avere a disposizione 2 partite su 3 in casa (Conversano ha perso in quel di Merano, in un ipotetico arrivo a pari punti i trentini comunque avrebbero dalla loro il vantaggio dello scontro diretto a proprio favore). Per i giuliani la prossima gara contro Cingoli, già aritmeticamente retrocesso, si rivela alquanto inutile ai termini della classica che consegna alla formazione di coach Carpanese la sesta posizione (le dirette inseguitrici Siena e Bressanone sono distanziate di 3 punti ad una giornata dal termine della regular season).

L'avvio di Trieste nella sfida contro Pressano è stato senza dubbio positivo, i biancorossi si sono subito immedesimati nel match dettando il proprio ritmo partita tanto che al 12' i padroni di casa grazie ad un attacco piuttosto incisivo si trovano avanti di 4 reti sui rivali (8-4) dove a mettersi in evidenza sono Radojkovic in cabina di regia ed il giovane Grosu, a sostituire l'infortunato Dovgan, con Modrusan capace, per l'ennesima volta, di mettersi in grande evidenza tra i pali orchestrando la classica difesa 6-0 che ben poco ha concesso al Pressano.

La reazione degli ospiti non tarda però ad arrivare, un parziale di 4-0 (Argentin, 2 Di Maggio e D'Antino) rimette in equilibrio la gara con la prima frazione a chiudersi in perfetta parità (12-12).

Le cose cambiano nella ripresa quando la squadra di Dumnic prende letteralmente in mano la gara piazzando un parziale di 6-0 che di fatto chiude la partita con Trieste capace nel finale di dimezzare lo strappo a 4 reti di differenza (22-26).

Pallamano Trieste - Banca Popolare di Fondi 30.03.2019

Una prodezza del giovane Sodomaco a fil di sirena regala ai biancorossi il pari al termine di una gara combattuta dove i giuliani, penalizzati dalle assenze causa infortuni di Pernic e Dovgan, hanno dovuto sempre inseguire la formazione di coach De Santis.

I laziali partono subito con il piede giusto portandosi dopo 4' sul 2-0 grazie ad altrettanti rigori trasformati da Travar, dal versante opposto Sodomaco (chiuderà l'incontro con un ottimo 4/4 al tiro) accorcia le distanze anche se sono sempre gli ospiti a dettare il ritmo della partita tanto da portarsi a 4 reti di vantaggio (6-2) al 10'. Trieste prova a reagire e lo fa in maniera concreta: il tiro di rigore trasformato da Lekovic accompagnato da un gioco più fluido in attacco permette ai biancorossi di portarsi sotto di 2 gol (5-7). Il match a questo punto entra nel vivo con Sodomaco a salire in cattedra nel siglare il -1 (10-11 al 23') a cui replica Sandrin 3' più tardi (11-12), la prima frazione si chiude con Fondi avanti di 2 reti (12-14).

L'inerzia rimane in favore degli ospiti sino al 50', a questo punto Trieste serra le mura in difesa e grazie alla coppia di portieri Milovanovic-Modrusan costruisce lo zoccolo duro per la rimonta con Sandrin a siglare la rete del -1 giuliano (21-22). Il finale è da cardiopalma: Fondi spreca l'azione offensiva per chiudere il match, la palla passa quindi in mano a Trieste che a 10'' dalla fine pesca il guizzo vincente: Modrusan lancia il pallone a Sodomaco che con una giocata di pregevole fattura realizza la rete del pari (22-22) per la gioia dei numerosi presenti sugli spalti di un festante PalaChiarbola.

#ForzaTrieste #StiamoTornando

➡ Next game: sabato 20 aprile in trasferta a Siena ⚪🔴

Pallamano Trieste - Banca Popolare di Fondi 22-22 (12-14)

- Pallamano Trieste: Modrusan, Milovanovic, Doronzo, Ivic, Radojkovic 4, Lekovic 4, Hrovatin 2, Tocchetto, Muran, Di Nardo 2, Allia, Visintin 2, Grosu, Sandrin 4, Sodomaco 4, Parisato. All.: Carpanese

- Banca Popolare di Fondi: Pinto, Nardin 2, Crosara, Leal, Iballi 1, Dall'Aglio 3, Pola 3, Soliani, Tenore, Morreale, Travar 11, Rosso 2. All.: De Santis

Cassano Magnago Vs Pallamano Trieste 23.03.19

Cassano Magnago - Pallamano Trieste 28-17 (17-7)

Cassano Magnago: Ilic, Monciardini, Scisci 1, Fantinato 4, Moretti 8, Saitta 5, Milanovic 3, La Mendola, Bassanese 2, Cenci, Gallazzi, Possamai 2, Dorio 1, Decio, Bortoli 2, Luoni. All.: Kolec

Pallamano Trieste: Modrusan, Milovanovic, Ivic 2, Radojkovic 2, Lekovic 7, Hrovatin 1, Tocchetto, Muran, Di Nardo 2, Dovgan 1, Visintin 1, Grosu, Sandrin 1. All.: Carpanese

Turno di campionato negativo per la Pallamano Trieste mai in partita in quel di Cassano Magnago dove i biancorossi hanno fatto un deciso passo indietro sotto il profilo del gioco rispetto a quanto visto nelle ultime giornate.

I giuliani, privi di Pernic infortunatosi al ginocchio nella gara interna contro Bolzano, subiscono sin dall'avvio le folate avversarie con la squadra di coach Kolec a piazzare un break iniziale di 8-0 nei confronti dei triestini che con difficoltà riescono a sbloccarsi trovando la prima rete della gara all'11' grazie a Lekovic. L'incontro rimane sempre saldamente in comando dei lombardi che incrementano il divario in maniera progressiva sino a toccare il +10 (17-7) all'intervallo lungo.

Di fatto le sorti dell'incontro non cambiano neppure nella ripresa, i padroni di casa doppiano Trieste al 45' (24-12), a questo punto coach Carpanese prova a cercare di contenere l'attacco del Cassano Magnago cambiando modulo difensivo (dalla 5+1 alla 4+2) senza però ottenere i risultati sperati di una gara ormai segnata nel risultato, il match si chiude con la vittoria dei lombardi per 28-17.

Next Game: Sabato 30/3 ore 18:30 al PalaChiarbola contro l’Hc Fondi.

#ForzaTrieste

Pallamano Trieste - Svv Bozen 17.03.2019

Pallamano Trieste - Bozen 28-35 (15-18)

Pallamano Trieste: Modrusan, Milovanovic, Doronzo, Ivic, Radojkovic 7, Lekovic 6, Tocchetto, Muran, Pernic 3, Di Nardo 4, Dovgan 4, Visintin, Sandrin 2, Hrovatin 2, Sodomaco. All.: Carpanese

Bozen: Volarevic, Sonnerer 8, Kammerer, Sporcic 1, Halilkovic 5, Amendolagine, Matha, Arcieri 5, Gaeta 2, Pircher, Innerebner 1, Turkovic 8, Udovicic 3, Brzic 2. All.: Dvorsek

Resa con onore per la Pallamano Trieste dinanzi alla capolista Bolzano in un match dove i giuliani hanno giocato alla pari contro la corazzata altoatesina per 45', l'infortunio accorso a Pernic di fatto ha penalizzato non poco l'economia di gioco dei biancorossi sino a quel momento in partita. Gli ospiti sono stati così abili a prendere il largo per un successo utile a qualificarli matematicamente, con 5 turni di anticipo, ai play off scudetto.

Trieste si presenta ai nastri di partenza al completo: Ivic dato in recupero dal problema muscolare occorsogli un paio di settimane fa non viene precauzionalmente rischiato. La formazione di casa parte subito forte al punto tale da contenere senza grossi patemi l'avversario tanto da portarsi avanti in 2 occasioni (4-3;6-5) grazie alle folate offensive del duo Radojkovic-Dovgan, l'equilibrio rimane pressoché costante sino al 12' (8-8). Gli avversari iniziano a premere sull'acceleratore e nell'arco di 8' piazzano un break che li portano avanti di 4 reti (11-15), la reazione dei giuliani non si fa di certo attendere: Lekovic e Pernic dimezzano lo svantaggio (13-15) in un momento dove la formazione di coach Carpanese riesce ad aumentare l'intensità di gioco al punto tale da portarsi a stretto contatto degli ospiti (15-16), tutto viene però vanificato da 2 ingenuità utili dall'altra parte a consentire l'allungo bolzanino nell'ultimo giro di lancette del primo tempo, si va così all'intervallo con gli altoatesini avanti di 3 reti (15-18).

Nella ripresa i giochi sono completamente aperti (20-22 al 40'), la svolta in negativo per Trieste è rappresentata dall'infortunio di Pernic (45'), i biancorossi a questo punto accusano il colpo perdendo lo smalto necessario per fronteggiare Bolzano che allunga progressivamente sino a toccare le 8 reti di vantaggio (25-33) in una gara che sino alla sua conclusione non regala ulteriori emozioni (28-35).